Sintomi dell’anemia mediterranea e microcitemia

I sintomi più importanti che concorrono a far capire se si è affetti da anemia mediterranea sono certamente la stanchezza e la debolezza fisica. Infatti il sangue non trasporta abbastanza ossigeno e questo può comportare anche una certa mancanza di fiato quando si svolgono alcune attività.

Ovviamente, poi, vi sarà differenza tra sintomi qualora si abbia una malattia di tipo molto grave piuttosto che una di lieve entità. In ogni caso è possibile riscontrare nei pazienti affetti da anemia mediterranea anche un certo livello di irritabilità ed un aspetto pallido che è sempre conseguenza della mancanza di ossigeno. In casi particolarmente gravi, poi a seguito della diagnosi dell’anemia mediterranea, si sono riscontrati anche una colorazione particolarmente gialla della pelle, uno sviluppo più lento rispetto alla medie ed anche urine più scure del normale.

I sintomi dell’anemia mediterranea

Alcuni soggetti con una forma molto lieve della malattia, quelli ad esempio con un solo genitore affetto, possono anche non mostrare mai, durante la vita alcun tipo di sintomo sopra esposto. Questo avviene perché la mancanza di ossigeno è talmente limitata che non si ha un riscontro negativo sulla fisicità della persona. In ogni caso è sempre bene mantenere sotto controllo il livello di peggioramento della propria malattia per essere sicuri di poter gestire i sintomi senza problemi.

Alcuni neonati che hanno entrambi i genitori affetti da anemia mediterranea, ad esempio, non sviluppano subito alcuna tipologia di sintomo. Nei primi due o tre anni di vita, poi, iniziano a mostrare i primi sintomi che poi potranno anche aumentare durante il corso della loro vita. Per questo motivo è molto importante non sottovalutare il problema, anche se in alcuni casi potrebbe essere veramente di scarsa importanza. Risulta sempre più appropriato effettuare qualche controllo in più, specialmente nei bambini, piuttosto che mantenere dubbi circa lo stato di avanzamento della malattia.

Sintomi microcitemia

In alcuni casi, poi, ci sono anche neonati che dimostrano fin da subito di avere i sintomi tipici dell’anemia mediterranea o microcitemia. Essendo una malattia ereditaria, comunque, si ha la fortuna di sapere già con anticipo che il soggetto sarà affetto prima ancora che esso nasca. Per questo motivo si prendono sempre per tempo le giuste precauzioni e non ci sono quasi mai grossi problemi. La malattia colpisce circa un soggetto ogni 100 mila nati ed è rimasta sempre abbastanza vincolata al bacino del Mediterraneo come diffusione. In alcuni soggetti è stato riscontrato anche un livello di deformità delle ossa ed un addome leggermente sporgente ma, ovviamente, questi sintomi variano tantissimo in funzione della gravità della malattia.